La mandorla di Sicilia

La mandorla, la cui origine risale al 5000 A.C., è il seme del mandorlo, pianta originaria delle zone asiatiche di Russia Cina e Giappone, successivamente importata dai fenici in Sicilia. 

Questo seme è costituito per il 50% da grassi insaturi per cui ha un alto valore energetico, è molto nutriente, infatti per più del 15%% è costituito da proteine, inoltre contiene vitamine B1 e B2, ferro, calcio, fosforo, magnesio, potassio, zolfo, vitamine A ed E.

Ha notevoli proprietà, riduce i fattori di rischio del diabete e delle malattie cardiovascolari, tra cui il peso corporeo, l’infiammazione e lo stress ossidativo. La mandorla contiene piccole quantità di laetrile, cui è attribuita la reputazione di sostanza anti-cancro.

Viene utilizzata in medicina per le sue proprietà antisettiche e remineralizzanti,  ma anche nella cosmetica e profumeria come base per impacchi e creme.

Esistono diverse varietà di mandorle, quelle più comuni sono: Filippo Ceo, Genco, Tuono, Supernova, Ferragnes, Fra Giulio, Falsa Barese, Fascionello, Ferraduel, Jordanolo, Pizzuta d’Avola.

Il suo aroma particolare, rende la mandorla un alimento molto versatile nella cucina sia dolce che salata.Viene utilizzata per realizzare il pesto alla trapanese assieme al pomodoro di pachino ed al basilico. 

E’ l’alimento base della frutta martoranadolce tipico siciliano realizzato con la pasta reale o pasta di mandorle costituita da mandorle zucchero e uova. Vengono realizzati diversi altri tipi di dolci come gli amaretti, secchi o morbidi, il torronecotto con zucchero sciroppo e miele, i croccantini, snack alle mandorle tostati e caramellati, ed i confetti, mandorle ricoperte di zucchero, utilizzati sin dai tempi antichi nelle cerimonie, simbolo di fortuna e prosperità.

Le paste di mandorla, dolce tipico della pasticceria siciliana, famose ed apprezzate  in tutto il mondo.  Ingredienti semplici, mandorle zucchero ed albume d’uovo, li rendono dei biscotti  veramente unici, croccanti fuori e morbidi dentro, decorati con a centro la ciliegia candita o con la mandorla.

Questo elemento è stato inserito in Wiki. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *